Stampa

Per 3 settimane al mese, nella giornata di martedì pomeriggio, una parrucchiera è presente in reparto per offrire il servizio di taglio e piega gratuito per le mamme ricoverate.

La novità di questo progetto risiede nei destinatari del servizio: la parrucchiera rivolge la sua attività esclusivamente alle mamme e non più solo ai bambini ricoverati. Infatti, ogni due settimane le mamme possono usufruire di un servizio di taglio e piega, gratuito, senza allontanarsi dai propri figli. Il progetto nasce dal presupposto che, il prendersi cura di se stessi e del proprio aspetto fisico, ha dei risvolti positivi al fine di sentirsi meglio e risollevare, per quanto possibile, il proprio umore.

Il curare il proprio aspetto fisico per una mamma in regime di ricovero spesso è qualcosa di superficiale o di difficile da realizzare, soprattutto se ciò richiede di sottrarre del tempo e delle risorse alla relazione con il proprio figlio o di doversi separare fisicamente da lui lasciandolo in ospedale. Ecco perché l’idea di una parrucchiera a “domicilio” all’interno dei reparti. Per il bambino, inoltre, ha dei risvolti positivi vedere la propria mamma curata e “bella anche esteriormente”, ritrovando quell’immagine di lei a cui è abituato al di fuori dei reparti ospedalieri.

Il progetto è attivo nei nostri reparti dal 2011, i feedback ricevuti in questi anni di attivazione del progetto, sono più che positivi. Le mamme aspettano con piacere l’arrivo della parrucchiera, è un momento da condividere, in cui potersi rilassare tra un caffè e una chiacchierata, un taglio di capelli e un consiglio, serene nell’essere accanto al proprio bambino.